New

Challenge Puglia Ciclocross 2018/19


ultime News da Federciclismo.it

ANADIA: Francesco Ceci oro nel keirin, Fidanza argento nello scratch
Ceci Oro

Termina in gloria la trasferta azzurra in Portogallo per il Trofeo Internazionale Municipio di Anadia

COPPA PIEMONTE: A Carpaneto la 5^ tappa
Coppa Piemonte A Carpaneto

Tra gli Elite ancora una vittoria di Luca Cibrario, mentre al femminile trionfa Katia Moro

Il Team Bellato compie 25 anni
FESTEGGIATI I 25 ANNI DEL TEAM BELLATO

Grande festa a Peseggia per il compleanno della squadra, che arriva a 25 anni di attività

Aerts e Brand a Overijse, Lechner 3^, Arzuffi 4^
Immagine4

Poker stagionale del belga, ancora sul podio la campionessa d’Italia

MASTER CROSS SELLE SMP: Rivincita di Bertolini, conferma di Baroni
Gorizia3

Gioele riconquista il Trofeo Città di Gorizia dopo una lotta con Nadir Colledani, riconferme di Francesca Baroni tra le donne e Davide Toneatti tra gli juniores

News / Comunicazioni

22 Novembre 2018
Manlio Rucci

Andamento dei tesseramenti giovanili in relazione all’attività autunnale (Challenge dell’Amicizia) dal 2015 al 2018



Il Challenge dell’Amicizia ufficialmente nasce nel 2016, ma ha le sue origini nel 2015 quando alcune società ritengono di organizzare alcune manifestazioni “fuori stagione” nel periodo autunnale per colmare un vuoto ed una richiesta.
Il ciclismo giovanile ufficialmente si ferma (alle competizioni) con l’ultima domenica di settembre, facendo coincidere la naturale pausa delle attività proprio con il momento in cui le famiglie decidono quale attività invernale far fare ai propri figli, e sempre in questo periodo parte la “caccia” ai nuovi tesserati da parte di altri sport, volley, basket, nuoto etc. etc.
Così l’idea di organizzare le manifestazioni di Short Track, per creare attività, far divertire le ragazze e i ragazzi ed evitare la fuga verso altri sport.

Passata la fase embrionale, nel 2016 si decide di unire queste manifestazioni e creare un Challenge che le unisca. Nasce così il Challenge dell’Amicizia.

I risultati ottenuti in quattro anni sono lusinghieri, e si è passati da una media di 41 iscritti a gara del 2015, a gli oltre 145 di media del 2018 (a due prove dal termine).

Ma la cosa ancor più positiva è che a crescere non è stato il Challenge in se, ma le società che ci hanno creduto e che vi partecipano con più assiduità, come si può notare dalle tabelle in allegato ci sono società che in questi anni hanno raddoppiato il numero di tesserati ed altre anche triplicato.

C’è ancora tanto, tantissimo da lavorare, e le potenzialità di crescita ci sono, basta leggere i dati dell’ultima tabella che mette in relazione il numero di tesserati con il numero di abitanti.

Se è vero che i numeri sono un dato di fatto, di certo la loro interpretazione, viste le infinite variabili, può essere un fatto opinabile, detto questo possiamo affermare che il successo della crescita di tesserati non è da attribuire solo al Challenge dell’Amicizia, ma lasciatemi almeno dire che il Challenge dell’Amicizia porta bene a chi vi partecipa.
 
Manlio Rucci

notizia letta 302 volte