Trofeo dei Tre Mari Ciclocross

Cicloamatour

ultime News da Federciclismo.it

CICLOCROSS: Felice avvio del Trofeo Toscana-Umbria
Prato2

A Prato in 123 provenienti da quattro regioni– In luce Mogavero e Bulleri nelle gare open

35° Cicloraduno Nazionale Giudici di Gara
Tricoloregiudici

Dodici i titoli italiani assegnati tra mountain bike e strada - Ottimo successo per la rassegna di Coltano

Il “Trofeo Val di Non" parla friulano con Vidoni e Casasola
Cles1

La prima prova del Master Cross SMP si apre con gare polverose e velocissime - Tra gli juniores vince Samuele Leone - Giovanili a Papo, Solenne, Tirasso, Venturelli e Marcolli.

CDM PISTA - Paternoster Omnium d'argento
Paternoster Omnium

Grande prova della trentina che chiude alle spalle della campionissima Wild e si conferma una delle giovani più promettenti del circuito - Quarto posto della Barbieri nello Scratch

CDM CICLOCROSS: Van der Poel e Vos super a Berna
Berna Vdp Donne

Bene gli italiani: Arzuffi e Lechner 8^ e 9^, lo junior Toneatti 6°, l’under Dorigoni 12°, l’élite Bertolini 31°

News / Comunicazioni

8 Agosto 2018
Luca Alò

Un oro e due argenti per Luca Mazzone ai mondiali di Paraciclismo a Maniago


Un oro e due argenti per Luca Mazzone ai mondiali di Paraciclismo a Maniago

Tra le 17 medaglie ottenute dall’Italia ai Mondiali di Paraciclismo, disputati di recente a Maniago, in Friuli Venezia Giulia, una d’oro e due d’argento sono state conquistate da Luca Mazzone.
Uomo di punta della nazionale azzurra plurivittoriosa degli ultimi tempi, del commissario tecnico Mario Valentini, il forte handbiker terlizzese (ma ruvese di adozione) ha fatto la voce grossa in tutte e tre le specialità previste dal programma iridato.
Un leone indomabile con la sua handbike: Mazzone si è aggiudicato il primo posto nella cronometro davanti a William Groulx (Stati Uniti) e Sergio Garrote Munoz (Spagna).
Sudatissima la medaglia d’argento nella gara in linea che ha condotto in testa per più di 50 chilometri, ma superato in volata solo dall’americano Groulx che si è preso la rivincita nei confronti di Mazzone con il terzo posto ancora dello spagnolo Garrote Munoz.
Insieme ad Alex Zanardi e a Paolo Cecchetto, Mazzone è stato il componente della staffetta-team relay, specialità della quale è il campione olimpico in carica insieme allo stesso Zanardi e a Vittorio Podestà (assente a Maniago). I tre azzurri sono arrivati a un soffio dagli Stati Uniti che hanno vinto l’ultima gara della rassegna iridata (terza piazza per la Spagna).
“Un’altra esperienza da incorniciare, tante emozioni forti una dietro l'altra. Tre medaglie conquistate, una di oro e due d'argento. Nella cronometro ho un particolare feeling dove sei solo con te stesso, le tue sensazioni, le tue paure, le tue forze e con quello che hai costruito nei mesi di preparazione. Da ex nuotatore che sono non poteva essere altrimenti, ma a differenza del nuoto non hai nemmeno il riferimento degli avversari nelle corsie di fianco. Ho vinto con un margine nettamente superiore rispetto agli anni scorsi con i complimenti del mio diretto avversario e questo mi ha dato forza e stimolo per continuare. I due argenti sono medaglie frutto anche di sacrifici, fatica e duro lavoro e non posso che essere stracontento” è stata la sintesi della sua partecipazione ai campionati del mondo per Luca Mazzone che per il comitato regionale FCI Puglia da quest’anno è il nuovo referente per il settore del paraciclismo.

Mazzone ha iniziato a portare avanti un progetto per rilanciare il paraciclismo in terra pugliese nonché in prima linea nell’organizzare a Ruvo di Puglia un evento di grande portata e a carattere nazionale per gli atleti paralimpici.

I titoli e le medaglie conquistate dal nostro Luca non fanno che alimentare l’entusiasmo e dare un’immagine positiva a tutto il movimento dello sport disabile nella regione Puglia ed anche al ciclismo pugliese in seno al comitato regionale FCI presieduto da Oronzo Simeone.

notizia letta 280 volte