Trofeo dei Tre Mari Ciclocross

Cicloamatour

ultime News da Federciclismo.it

Conclusa la 2^ edizione dell'Appenino Bike Tour
Appennino Bike Tour Ruota

I Comuni aderenti all’iniziativa hanno sottoscritto un accordo di collaborazione che li impegna a sostenere l’iniziativa dell’istituzione della Ciclo-Via Appenninica con una Legge speciale. Coinvolti anche FCI, Vivi Appenino e Trenitalia per una mobilità sostenibile.

Pinot è il re del Tour of the Alps
Alps Primitre2

Il francese, secondo lo scorso anno, vince l’edizione 2018 – Sul podio finale Pozzovivo e Lopez – La tappa di Innsbruk al giovane Padun

Stage delle Azzurre il 24 aprile a Montichiari
Montichiari Img

Le atlete élite/allieve convocate su indicazione del Ct Edoardo Salvoldi

Proficua riunione a Milano con Team U23 ed Elite
Roma Liberazione

Nell'incontro informale sono stati toccati diversi argomenti: Norme attuative, partecipazione alle gare, aggiornamento delle figure tecniche, calendari. Fissati due incontri ufficiali in occasione dei Campionati Italiani e del Meeting Nazionale dei Tecnici.

"Pinocchio in Bicicletta", il secondo appuntamento di Sarzano
A 12 [Risoluzione Del Desktop]

Dopo una prima lezione teorica, spazio alla pratica con una passeggiata per le vie della città

News / Comunicazioni

10 Gennaio 2018
Luca Alò

Carrer, Montrone e Loconsolo, “Puglia da urlo” ai campionati italiani di ciclocross


Carrer, Montrone e Loconsolo, “Puglia da urlo” ai campionati italiani di ciclocross

Dopo il Giro d’Italia di Ciclocross, la Puglia è tornata di nuovo ai vertici del ciclocross nazionale con le tre maglie di campione italiano conquistate da Maurizio Carrer tra i master 4, Ettore Loconsolo tra gli allievi di primo anno ed Anthony Montrone tra gli esordienti primo anno in aggiunta ai podi conquistati da Ivan Carrer tra gli esordienti secondo anno (secondo) e Giuseppe Belgiovine tra i master 2 (terzo).

La Puglia del ciclocross ritorna da Roma dopo aver dato spettacolo e regalato una girandola di emozioni sui prati dell’Ippodromo delle Capannelle nella manifestazione organizzata dall’Asd Romano Scotti di altissimo spessore tecnico e disputata su un percorso prevalentemente piatto all’interno dell’impianto ippico capitolino con meno insidie dal punto di vista altimetrico e pochi tratti tecnici, offrendo gare molto equilibrate e con ritmi veloci paragonabili a una corsa di ciclismo su strada.

Se il tricolore di Carrer era scontato, quelli di Loconsolo e Montrone hanno conquistato il pubblico e gli addetti ai lavori per il gesto tecnico e l’interpretazione tattica della corsa riuscendo a dettare legge e a sbaragliare la concorrenza dei più blasonati atleti del Centro-Nord Italia.

Oltre alla qualità tecnica dei ragazzi, da sottolineare l’eccezionale lavoro di programmazione svolto dai tecnici dall’estate dello scorso anno (in occasione dello stage tecnico a Corato) in sinergia con la struttura tecnica regionale del ciclocross e le singole società.

Uno step importante che ha permesso di pianificare la stagione del ciclocross senza trascurare ogni minimo dettaglio sul piano sportivo, tecnico ed atletico, ponendo la Puglia tra le regioni con il miglior rendimento in assoluto in tutta la stagione del ciclocross mettendo assieme le performances di ogni singolo atleta al Giro d’Italia di Ciclocross, alla Coppa Italia Giovanile e ai recenti campionati italiani.

Maurizio Carrer (Team Eurobike) è uno dei primi artefici dell’ascesa del ciclocross pugliese sia nelle vesti di membro della commissione tecnica regionale del ciclocross che come atleta e nella sua categoria master 4 ha conquistato con brillantezza il titolo tricolore precedendo Gianluca Longoni (SC Triangolo Lariano) e Sauro Nocenti (Scott Pasquini Stella Azzurra).

Così Maurizio Carrer: “Una stagione così bella negli ultimi cinque anni non c’è mai stata. Lo stimolo di portare avanti questo gruppo di giovani ragazzi vincenti è stato il principale motivo conduttore di questa rinascita della Puglia iniziata dall’avvio del Giro d’Italia di Ciclocross. Questa maglia tricolore la dedico a loro per quante gioie ci hanno regalato in questi mesi invernali ed autunnali ripagando tutti gli sforzi e i sacrifici fatti”.

Grande impresa da parte di Anthony Montrone dell’Andria Bike che ha fatto suo il campionato italiano esordienti primo anno: partendo dalle retrovie, è riuscito in breve tempo a portarsi nel drappello dei migliori dove poi all’ultima curva è riuscito ad anticipare in uno sprint ristretto Matteo Fiorin (Cicli Fiorin) e Milo Marcolli (Besanese).

Con i quattro successi di tappa al Giro d’Italia Ciclocross, Montrone ha collezionato una serie impressionante di risultati mettendo ancora più in risalto la sua continuità sia ai vertici regionali che nazionali. Nonostante lo sforzo e la fatica nel rimontare tanti corridori avanti a sé nella fase iniziale della corsa, mai un segno di resa da parte di Montrone che regala uno storico titolo tricolore all’Andria Bike: “Un’emozione grandissima, un sogno che si realizza, una vittoria che dedico ai miei genitori, all’Andria Bike di Luigi Tortora e al mio allenatore Domenico Abruzzese”.

Il successo di Ettore Loconsolo tra gli allievi di primo anno (che si aggiunge alla classifica finale del Giro d’Italia di Ciclocross) è stato frutto di una grande atteggiamento di squadra del Team Eurobike al termine di una gara molto equilibrata. Nel drappello di sette elementi al comando con Gioele Solenne (Team Bramati), Bryan Olivo (Trentino Cross Giant Smp), Lorenzo Masciarelli (Callant Doltcini), Vittorio Carrer (Team Eurobike), Gabriel Fede (Cadrezzate Guerciotti Verso L’Iride) e Matteo Siffredi (Rusty Bike), la pedina fondamentale sul piano tattico è stata Carrer che ha messo nelle migliori condizioni Loconsolo, autore a sua volta di una formidabile progressione all’ultimo giro che ha fatto male alle gambe degli inseguitori che hanno completato l’arrivo con il secondo posto di Solenne e il terzo di Fede.

Una grande gioia per Loconsolo junior condivisa con il papà Piero (coordinatore tecnico regionale del ciclocross nonchè colui che ha avviato il proprio figlio al ciclismo tra i giovanissimi con la Scuola di Ciclismo Ludobike) e con tutto il Team Eurobike di Maurizio Carrer che ha dato una grande lezione di squadra per conquistare il tricolore: “Un anno bellissimo per me – ha dichiarato Loconsolo junior - una gara molto impegnativa e con Vittorio Carrer non abbiamo sbagliato nulla. Una maglia tricolore stupenda con la quale potrò correre anche il prossimo anno con una dedica speciale alla mia famiglia, alla mia squadra e a Paolo Colonna che è il mio preparatore”.

Nella gara esordienti secondo anno, Ivan Carrer (Team Eurobike) ha messo in mostra tutta la sua classe cristallina ma è mancata un po’ di fortuna quando Federico Borello (Nonese Cycling) si è inventato il colpo da finisseur per conquistare la maglia tricolore davanti a Carrer junior e con la terza posizione ad appannaggio di Federico De Paolis (Race Mountain Folcarelli Cycling Team). Un campionato italiano orfano di un altro giovane promettente biker: Andrea Micaletto della Mtb Casarano (terzo al Giro d’Italia Ciclocross) ha dato forfait per un problema muscolare accusato durante le festività natalizie e la sua presenza avrebbe dato quel qualcosa in più agli altri corridori corregionali pugliesi per le sorti del titolo tricolore tra gli esordienti secondo anno.

Un altro podio pugliese è stato firmato da Giuseppe Belgiovine (Team Eurobike) che si è classificato terzo nella gara master 2 dietro Carmine Del Riccio (Team Zanolini Bike-Waldner) e Alberto Riva (Racing Team La Bici), proseguendo la striscia personale di ottimi risultati senza mai tirare il fiato dopo essere stato protagonista nelle gare cross country e marathon per tutto l’anno solare 2017.

La scuola del ciclocross ha ripreso vita – è il commento di Oronzo Simeone, presidente del comitato regionale FCI Puglia -, ritorniamo ai tempi d’oro con Vito Di Tano. Finalmente è l’inizio di una nuova era per tutto il ciclismo pugliese ripartendo dai giovani. Le vittorie ai campionati italiani sono la ricompensa del lavoro fatto, il merito va anche allo sforzo collettivo dei dirigenti e dei tecnici che hanno seguito da vicino i nostri ragazzi terribili che sono stati costantemente presenti nelle manifestazioni di alto livello nel panorama nazionale. Il ciclismo pugliese ha una nuova generazione di ragazzi vincenti e grazie al ciclocross e più in generale alla multidisciplina che guardiamo con fiducia al futuro dei nostri giovani atleti”.

La Puglia ha dominato e si confermata tra le grandi in questa specialità – ha dichiarato Lorenzo Spinelli, presidente del comitato provinciale Bari-Bat -. Non un lavoro di squadra ma di tutte le squadre pugliesi, nessuna esclusa, unite dalla passione per il ciclocross. Vorrei ringraziare tutti i tecnici, i presidenti e gli atleti per le emozioni che ci hanno regalato nelle tre giornate tricolori di ciclocross a Roma. Bravi anche tutti gli altri ragazzi pugliesi che hanno partecipato per l’onore della propria società di appartenenza. Una grande festa per la Puglia ciclistica verso i nostri campioni alimentando l’entusiasmo e stimolando ancor di più il nostro movimento regionale”.

Di rilievo anche i piazzamenti nella top dieci ottenuti da Stefano Lisi (Chialà Cycling Team Locorotondo – 4°master 1), Roberto Semeraro (Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano – 4°élite sport), Francesco Acquaviva (Btwin Deacthlon Italia – 8°élite sport), Biagio Palmisano (Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano – 4°master 5), Maria Giovanna Colangelo (Scuola di Ciclismo Ludobike – 5°élite master donna), Daniele Pugliese (Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano - 6ºallievi secondo anno), Ilaria Scarpa (Scuola di Ciclismo Ludobike – 7°donne allieve primo anno), Lorenzo De Rinaldis (Kalos – 10°allievi secondo anno) e Adelaide Preziosa (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro  - 9°donne allieve primo anno).

Lontani dal podio e dalla top dieci coloro che si sono cimentati ai campionati italiani con determinazione e la voglia di ben figurare: Leonardo Santeramo (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro – 25°élite), Alessia Scarpa (Scuola di Ciclismo Ludobike – 19°donne juniores), Mattia Germinario (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro – 40°juniores), Salvatore Tarantino (Scuola di Ciclismo Vincenzo Nibali Tugliese Salentino – 41°juniores), Simone Tarantini (Salis Bike – 46°juniores), Jacopo Capurso (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro – 47°juniores), Mauro Preziosa (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro – 52°juniores), Aldo De Feo (Pro.Git. Cycling Team – 56°juniores), Luca Acquaviva (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro – 28°allievi secondo anno), Thomas Bungaro (Team Eurobike – 43°allievi secondo anno), Daniele Baronetti (Salis Bike – 42°allievi secondo anno), Alessandro Ricchiuti (Team Eurobike – 15°allievi primo anno), Fabio Di Stefano (Team Eurobike – 16°allievi primo anno), Mattia Tarantino (Scuola di Ciclismo Vincenzo Nibali Tugliese Salentino – 53°allievi primo anno), Benedetta Calcagnile (Kalos – 13°allieve donne primo anno), Rebecca Angiulo (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro – 20°donne esordienti secondo anno), Aurora Baronetti (Salis Bike – 26°esordienti secondo anno donne), Simona Sasso (Scuola di Ciclismo Ludobike – 28°esordienti secondo anno donne), Mauro Mastrapasqua (Scuola di Ciclismo Ludobike – 19°esordienti secondo anno), Andrea Sicuro (Scuola di Ciclismo Vincenzo Nibali Tugliese Salentino – 28°esordienti secondo anno), Davide De Giorgi (Scuola di Ciclismo Vincenzo Nibali Tugliese Salentino – 36°esordienti secondo anno), Nicolò Germoglio (Andria Bike – 42°esordienti secondo anno), Riccardo Litti (Mtb San Pietro Absolute Bikes – 44°esordienti secondo anno), Alessandro Loseto (Andria Bike – 48°esordienti secondo anno), Lorenzo Inguscio (Kalos – 53°esordienti secondo anno), Sabino Asselti (Andria Bike – 61°esordienti secondo anno), Adriano Di Pinto (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro – 67°esordienti secondo anno), Federico De Rinaldis (Kalos – 71°esordienti secondo anno), Riccardo Sisci (Kalos – 75°esordienti secondo anno), Luigi Marangio (Mtb San Pietro Absolute Bikes – 78°esordienti secondo anno), Vittorio Capogna (Andria Bike – 27°esordienti primo anno), Carlo Pistillo (Andria Bike – 29°esordienti primo anno), Luca Pio Carbone (Salis Bike – 40°esordienti primo anno), Mirko Agrosì (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro – 53°esordienti primo anno), Giuseppe Alessandro (Andria Bike – 45°esordienti primo anno), Marzio Negro (Scuola Ciclismo Vincenzo Nibali Tugliese Salentino – 46°esordienti primo anno), Elisa Zilli (Mtb San Pietro Absolute Bikes – 18°esordienti primo anno), Giuseppe Lazzazzara (Gruppo Ciclistico Fausto Coppi Acquaviva – 15°master 7 over), Antonio Lorusso (Chialà Cycling Team Locorotondo – 17°master 6), Domenico Barberio (Team Murgia Bike Santeramo – 25°master 4) e Andrea Pinto (Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano – 12°master 2).

Fatica, sudore, emozioni, ansie, gioie, dolori, impegno e sacrifici sono stati ampiamente ripagati al termine di un'intensa ed appagante stagione di ciclocross: la strada per il futuro è tracciata, ma ripartendo dal “modello” del ciclocross pugliese si può programmare il nuovo anno agonistico lavorando sodo con le discipline strada, mountain bike, pista e attività giovanile per una Puglia che inizia ad avere fame di vittorie e di risultati con i suoi giovani campioni.

Credit fotografico ufficio stampa Roma Tricolore-Campionati Italiani Ciclocross 2018

notizia letta 538 volte